Facility Management: che cos’è e come funziona

Facility Management: che cos’è e come funziona

Facility Management: che cos’è e come funziona

Il Facility Management è una funzione lavorativa in azienda che ha il compito di gestire e coordinare lo spazio di lavoro in modo che sia funzionale e “comodo” per i dipendenti, e inoltre contribuisca a perseguire gli obiettivi core dell’azienda.
Quello del Facility Management è un approccio integrato che attraverso la progettazione e la pianificazione dei servizi di supporto all’attività principale dell’azienda, mira ad aumentare l’efficacia dell’organizzazione e renderla adattabile ai cambiamenti del mercato.

Ecco perché anche noi del Jet Log Group stiamo creando la Divisione Facility Management nell’ottica di offrire in outsourcing tutta una serie di servizi strategici per ogni settore.

Vediamo nel dettaglio che cosa significa e cosa comporta il Facility management e quali vantaggi ne derivano dall’ esternalizzare queste attività.

Facility management: definizione

La definizione di Facility Management (EN 15221) è la seguente: attività organizzativa che controlla tutte le azioni che non riguardano il core business di un’azienda, ovvero servizi di pulizia, portierato e facchinaggio, vigilanza, logistica di magazzino, manutenzione impianti elettrici e care detailing.
Il facility management viene spesso confuso con l’outsourcing, questo perché molto spesso le attività che non fanno parte del core business di un’azienda vengono esternalizzate (anche se non è sempre necessario) anziché gestirle direttamente e internamente.

Il facility management, dunque, integra i principi della gestione economica e finanziaria d’azienda, dell’architettura e delle scienze comportamentali e ingegneristiche. Si tratta di un approccio integrato che presuppone lo sviluppo e l’implementazione di politiche, standard e processi che supportano le attività primarie, rendendo l’organizzazione in grado di adattarsi ai cambiamenti e di migliorare l’efficacia dei servizi produttivi.

I servizi più richiesti

Gli standard EN15221 definiscono tutte le attività riconducibili al Facility Management e le raggruppa in 2 macro aree:

  • Space & Infrastructure
  • People & Organisation

Il primo gruppo, Space & Infrasructure, si riferisce ai servizi all’edificio e/o manutentivi nella loro totalità: dalla gestione degli impianti meccanici ed elettrici, impianti di riscaldamento ma anche i servizi di pulizia e sanificazione, di gestione degli spazi oppure i servizi relativi al design lighting o interior design.
Il secondo gruppo, People & Organisation, invece si riferisce al personale necessario per svolgere attività specifiche come facchinaggio, gestione del personale (HR), guardianie e sicurezza ma anche project management, energy management e problem solving tutte attività inerenti la organizzazione delle procedure interne ad un’azienda.

Come anticipato prima molti di questi servizi, specie in azienda piuttosto grandi, vengono gestiti in outsourcing da aziende specializzate proprio perché la committenza preferisce dedicarsi interamente al proprio core business. Esternalizzare le facilities significa anche farle gestire da chi è verticalizzato su precise attività e pertanto le svolgere meglio e in minor tempo.

Vediamo nel dettaglio quali sono i servizi di facility management che vengono spesso esternalizzati:

  1. pulizie civili e industriali
  2. facchinaggio
  3. logistica di magazzino
  4. manutenzione degli impianti elettrici e idraulici
  5. sorveglianza non armata
  6. problem solving e project management
  7. gestione personale
  8. portierato e accoglienza

I vantaggi del facility management in outsourcing

I vantaggi della gestione in outsourcing sono molti e trasversali all’interno di una stessa azienda; basti pensare a quanto tempo e a quante risorse vengono spesso impiegate per gestire queste facilites, pure non essendo azioni strettamente legate al core business aziendale.

Esternalizzare la gestione di questi servizi permette al cliente di gestire in maniera ottimale i costi e la produttività e di ricevere un’offerta personalizzata.
In particolare i vantaggi del Facility management in outsourcing sono:

  • semplificazione della gestione
  • controllo dei servizi di FM
  • piena conoscenza e controllo dei servizi di FM, del loro spending e dello stato di mantenimento del patrimonio impiantistico
  • contenimento dei costi, senza pregiudicare la qualità dei servizi

In estrema sintesi la gestione delle facilities in outsourcing consente di progettare, pianificare ed erogare i servizi a supporto del core business dell’industria, aumentare l’efficacia e il processo produttivo e far sì che l’industria in questione possa adattarsi con molta più facilità alle esigenze di mercato. Ecco perché il facility management in outsourcing è spesso la scelta strategica migliore da fare per poter concentrarsi sulle attività principali e produttive dell’azienda.

10 Mag , 2021 - Categoria: Jet News